Hotel Monzoni - Hotel Val di Fassa

Prenota ora

Camere

Ospiti

Ospiti camera #2



Ospiti camera #3



Ospiti camera #4



  • Hotel Monzoni - Inverno 

Hotel

Era il 2 settembre 1898 quando Giuseppe Volcan, priore dell’Ospizio del Passo San Pellegrino, presentava al comune di Moena la richiesta di edificare un albergo tra i verdi pascoli del valico. Il 22 ottobre dello stesso anno, il comune accorda il permesso e la struttura inizia e prende forma nel 1899, con il nome di “Monzoni“.

L’edificio è massiccio, adatto a sfidare i rigori invernali e la violenza dei temporali estivi, ma nonostante la solidità, subisce danni irreparabili nel corso della Grande Guerra, trovandosi proprio sulla linea del fronte.
L’originaria costruzione viene distrutta dagli austriaci e solo negli anni 20 ricostruita nella posizione attuale. L’albergo si trasforma nel tempo e, come si può leggere nelle guide turistiche d’allora, si notano delle gondole nel lago morenico nei pressi dell’albergo.

La gestione del rifugio, dal capostipite Giuseppe passa nelle mani del figlio Arcangelo e successivamente dei nipoti fino al 1977. In questo periodo prende corpo il turismo per la vacanza invernale e a fianco del rifugio Monzoni sorge il primo impianto di risalita. Siamo agli albori del turismo nelle Dolomiti. D’inverno le slitte trainate da cavalli non sempre riescono a guadagnare il Passo, sono allora i portatori a trasportare valige e sci. D’estate fanno la loro comparsa anche le prime macchine, prima di tutto l’utilitaria Diato condotta da Arcangelo Volcan.

Nel 1978 la proprietà passa di mano e viene acquisita da una società. L’albergo subisce profonde modifiche, ed il vecchio rifugio alpino d’inizio secolo, si trasforma in un hotel moderno e confortevole ideale per una vacanza in montagna all’insegna di una rinnovata ospitalità.