Verifica disponibilità
Narbolia, Sardegna

Is Arenas Resort


Charme

Country

Destinazione

Pineta di Is Arenas

Is Arenas, tra natura, archeologia e storia

La pineta e la spiaggia di Is Arenas sono parte di un paesaggio che combina una natura incontaminata, spiagge meravigliose, borghi caratteristici e i resti di una civiltà sarda antichissima e longeva, la civiltà nuragica. Questa è la provincia di Oristano, una meraviglia intatta sulla costa occidentale della Sardegna.

A pochi chilometri dal Resort, l’antica cittadina di Cabras, sorge su uno dei più grandi stagni di acqua dolce della Sardegna. Popolata fin dal neolitico, Cabras conta più di 70 nuraghi dell’età del bronzo, il sito archeologico di Tharros, il sito di Mont’e Prama, con le sue sculture nuragiche a tutto tondo fra le più antiche del Mediterraneo, e il villaggio neolitico di Cuccuru is Arrius.

Da visitare:
  • il Museo Archeologico di Cabras racconta la storia della penisola del Sinis: l’età preistorica e prenuragica, a cui risalgono i reperti del villaggio del neolitico Cuccuru is Arrius, la Necropoli alla base del colle Monte Prama, cimitero risalente alla civiltà nuragica probabilmente riservato ad un gruppo familiare dominante, il Relitto di Mal di Ventre con i suoi tesori, risalente all’89 a.C, i reperti della città fenicia di Tharros.
  • Le Terme di Fordongianus, antiche e sofisticate terme del I e nel III secolo d.C., si trovano a mezz’ora di strada dal resort. Potrete sia visitare il sito archeologico che concedervi qualche ora di relax presso il nuovo stabilimento termale.
  • La chiesa bizantina di S. Giovanni in Sinis, del V secolo, un’importante testimonianza architettonica della prima epoca cristiana.
Lo stagno di Cabras comunica col mare attraverso dei canali, ed è l’habitat preferito dei fenicotteri rosa e di altri uccelli selvatici, tra cui il Pollo Sultano, una specie in via d'estinzione. Qui, in aree faunistiche protette dal WWF vivono anche tartarughe, ricci e lepri. Cabras è famosa per la bottarga.

A metà strada tra Cabras e Alghero, a circa un’ora di auto dal Resort, merita una sosta la pittoresca Bosa, famosa per le casette dei pescatori sul lungofiume, per la lavorazione e l’esportazione del corallo e dei tessuti, per i ricami di filet e per i cesti intrecciati in asfodelo. Vicino al centro si trova Bosa Marina, con le sue splendide spiagge.

Da non perdere:
  • la passeggiata panoramica di Capo San Marco, la punta estrema del Sinis che si protende sul mare, e le escursioni sulla catena montuosa del Montiferru.
  • Tra le spiagge: Is Arutas e Maimoni, con la loro sabbia fine come seta e il famoso quarzo bianco, proprio di questo litorale.
  • Un evento imperdibile è la festa di San Salvatore della prima domenica di settembre, ricca di folklore.
Credits TITANKA! Spa © 2018